C’era una volta la pensione…

questo potrebbe essere l’inizio del nostro post, ma volgiamo essere ottimisti e ci rivolgiamo a tutti quelli che da tempo hanno capito che in futuro non potranno affidarsi solamente a questo ipotetico beneficio ma che hanno cominciato a lavorare per se stessi, impegnandosi a generare rendite passive reali.

Parlo di rendite passive perchè se non sei già miliardario o non hai nessun parente che possa lasciarti in eredità un ondata di denaro, quello che devi fare fin da oggi è dedicarti alla crescita delle tue entrate passive.

Intanto cerchiamo di capire COSA NON E’ un entrata passiva?

Partiamo dal concetto opposto, visto che di metodi per fare soldi in Internet ne girano troppi, dobbiamo capire quelli che possono realmente darti una rendita passiva, e quelli che sono dedicati al Capital Gain, il profitto immediato. Ovvimente cercando di escludere la valanga di truffe che stanno riempendo le nostre bacheche di facebook.

Ad esempio il Trading NON è un’entrata passiva, a meno che tu non abbia affidato a qualcuno i tuoi profitti.
Mi spiego meglio, se tu tutti i giorni devi entrare nel mercato per guadagnare, nel momento in cui non sarai più in grado di farlo, non guadagnerai nulla, anche se fino al giorno prima guadagnavi uno sproposito.

Avviare un impresa potrebbe non essere un entrata passiva. Nel momento in cui lavori dalle 8 alle 20 ore al giorno nella tua azienda, non puoi considerarla un’entrata passiva. Potrai venderla, abbandonarla, passarla in eredità, ma non sarà mai una rendita passiva.
Se invece dai in gestione un ramo della tua azienda a terzi, potresti invece avere delle entrate che derivano dal lavoro di altri. Ma solo se questi sono in grado e ne risultano all’altezza.

Anche affidarsi al primo Business Online non è una scelta intelligente, guadagni per qualche mese, probabilmente sei ai limiti della legalità, e magari perdi qualche amico. Prima o poi la pacchia finisce e cominciano i problemi.

Potrei farvene a centinaia di esempi, ma ora concentriamoci invece su  cosa e quali sono le entrate possibili su cui dobbiamo puntare.

Che cos’è una rendita passiva?

Una rendita passiva è un’entrata costante che arriva in maniera del tutto automatica, senza alcun intervento da parte tua. Un flusso costante di denaro che arriva dritta nelle tue tasche senza che tu debba fare nulla.
Incredibile? No,non lo è. Stiamo parlando di meccanismi che una volta impostati vanno avanti da soli per sempre, stampando denaro su denaro.

Per capirci meglio, facciamo qualche esempio di entrata passiva:

RENDITE PASSIVE DERIVANTI DAL DENARO

Questo tipo di rendite sono ad esclusiva di chi è già in possesso di un patrimonio consistente, che se gestito bene potrebbe permetterti di non lavorare più, il tuo unico lavoro sarà solo quello di gestire i tuoi risparmi.

Locazioni e sublocazioni Immobiliari.
Essere proprietario di un immobile e cederlo in locazione permette tutti i mesi di avere una rendita costante, almeno fino a quando il locatario continua a pagare regolarmente. In alcuni paesi è molto improbabile ma in altri come ad esempio in Italia succede spesso che l’inquilino non paghi e che difficilmente si riesca ad allontanarlo. Non è sempre conveniente e quindi bisogna fare ben attenzione.

Investimenti bancari:
Facilissimo! Metto un buon gruzzoletto in banca e lascio che generi degli interessi.
Il problema è che devi prima creartelo il gruzzoletto. Questa è la più classica e conosciuta formula di rendita passiva, ma è anche la meno redditizia. Il capitale è inoltre bloccato, non lo puoi usare per operazioni speculative veloci.
Se vuoi aumentare la rendita, attenzione perchè aumenti anche il rischio di perdere una parte dei tuoi risparmi.

Operazioni immobiliari.
Semplificando, partecipo in quota o totalmente a degli investimenti immobiliari di diverso genere e guadagno in percentuale alla mia quota alla rivendita dell’immobile.
Se non sei o non ti affidi a un professionista, potresti rischiare di perdere parte del tuo capitale o addirittura trovarti sul gobbo un immobile che non vuole nessuno. Stessa cosa vale per le aste e per i Tax lien

Aste mobiliari.
Alcune aziende subiscono un pignoramento, molti comprano i loro macchinari o un ramo d’azienda e si mettono in società con il pignorato sfruttando il suo know how, ovviamente bisogna risolvere i problemi che lo hanno portato a quella situazione. Pochi sono in grado, e pochi riescono a guadagnare.
Se sei curioso e vuoi un esempio, vai qui.

Società / Impresa.
Sei riuscito ad avviare un azienda e hai avuto la capacità di delegare, hai riconquistato il tuo tempo e ti sei circondato di collaboratori validi.
Il rischio è solo quello di aver sopravvalutato delle persone che non hanno mantenuto le premesse.

Società di altri.
Ci sono startup con grandi idee che cercano finanziatori per portare a termine il loro progetto.
Ti faccio un esempio, e in questo caso ti racconto la mia esperienza personale e di quello che abbiamo fatto con il progetto Overizone PLC.
Quello di cui ti sto parlando ora è stata una figata pazzesca.
Non poteva mancare questa opzione, un’idea fenomenale perchè è la soluzione che unisce tutte le precedenti e che ne riduce i rischi, sfruttando professionisti con uno storico di tutto rispetto ma sopratutto permettendo di delegare buona parte del lavoro.
Ci ha finanziato il progetto, dovrà solo preoccuparsi di seguire l’andamento della società.
Non dipende dal numero delle adesioni, non esiste il reclutamento e una volta a regime è autosostenibile, l’unico problema è che il progetto è rimasto per poche decine di persone,  in poche parole dovevi avere il culo di trovarti nel posto giusto al momento giusto.

Il reale valore di chi ha creduto in questo progetto sono le azioni che lo rendono proprietario a tutti gli effetti.
Questo tipo di società hanno l’ambizione di quotarsi in borsa oppure di essere rivendute a società più grandi e i proprietari ne traggono un gran profitto immediato o una rendita passiva man mano che l’azienda cresce.

RENDITE PASSIVE DERIVANTI DA TALENTO

Diritti d’autore: sono dei riconoscimenti sulle opere di vario genere, canzoni, testi, libri ecc. Molti cantanti per esempio, guadagnano ancora oggi sulle canzoni scritte 50/60 anni fa, e ne continueranno a beneficiare anche i loro eredi. Purtroppo è difficile rientrare in questa categoria.
Il diritto d’autore è l’istituto giuridico che ha lo scopo di tutelare i frutti dell’attività intellettuale attraverso il riconoscimento di una serie di diritti (di carattere morale e patrimoniale) all’autore originario dell’opera. L’esercizio in forma esclusiva di questi diritti da parte dell’autore permette a lui e ai suoi aventi causa di remunerarsi per un periodo limitato nel tempo attraverso lo sfruttamento commerciale dell’opera.

Brevetti: anche questi sono dei riconoscimenti finanziari nel tempo sulle invenzioni. Qualcuno vende il tuo prodotto e tu guadagni nel tempo. Il guadagno continua fino a quando il mercato crea la domanda sul tuo prodotto. Il brevetto (o più propriamente brevetto per invenzione) è un titolo giuridico in forza del quale al titolare viene conferito un diritto esclusivo di sfruttamento dell’invenzione, in un territorio e per un periodo ben determinati, e che consente di impedire ad altri di produrre, vendere o utilizzare l’invenzione senza autorizzazione.

Royalties: Con royalty si indica il diritto del titolare di un brevetto o una proprietà intellettuale, ad ottenere il versamento di una somma di denaro da parte di chiunque effettui lo sfruttamento di detti beni con lo scopo di poterli sfruttare per fini commerciali e/o di lucro.

RENDITE PASSIVE DERIVANTI DAL TEMPO

Network Marketing.
Fra tutte le attività, diciamo che il Network marketing è uno degli strumenti fra i più potenti per potersi creare un entrata passiva, ma è senza dubbio anche il più selettivo.
Non tutti sono portati per questa attività, la maggior parte non ce la farà mai, ma chi ci riesce può permettersi di fare una gran bella vita.

Blog.
Hai una passione o  sei un esperto del tuo settore? E’ l’occasione giusta per dedicare del tempo a creare e a mantenere un blog. Certo non basta la passione, se non hai le competenze puoi sempre incominciare chiedendomi un consiglio, ti posso indicare ottimi professionisti e mettere il turbo al tuo business.

Abbiamo elencato delle macro aree indicative, ci sono molte altre soluzioni per creare rendite passive, metodi che richiederebbero pagine e pagine di spiegazioni, ma se non sei interessato non fa niente.
Se vuoi parlare delle tue esperienze non esitare a commentare il post, saremo lieti di leggere e di far leggere quello che hai da raccontare.

Una cosa è certa, non puoi far finta di non aver letto questo post, comincia a darti da fare, pensa a come potresti arrivare a mantenerti soltamento con il reddito prodotto dalle rendite passive, prima di andare a letto libera la tua mente e comincia a costruire il tuo acquedotto.

Ale Biz