Come sapete monitoriamo costantemente progetti con la  finalità di rendere un utile servizio di informazione , nei confronti di chi quotidianamente, e spesso non del tutto attrezzato, si trova a valutare proposte di  guadagno in rete.

Oggi ci occupiamo di un nuovo progetto che il nostro amico “Challenger” sta monitorando da qualche mese e si chiama GlobalMoneyFlash.

Quello che mi fa più piacere è leggere i post che nascono da una vostra segnalazione o da una vostra proposta, ancor di più quando me li inviate già completi. Pur non avendo nessun ritorno in termini economici pensiamo che l’informazione sui fatti non sia mai abbastanza e ci sembra utile pubblicare articoli interessati anche se a volte contrastanti.

Oggi parleremo di una opportunità che è capitata al nostro amico “Challenger”, e che ci ha chiesto di raccontare.

GLOBAL MONEY FLASH, è un progetto  che nasce con tutte le caratteristiche per distinguersi positivamente nel panorama, ultimamente molto poco edificante, del Network Marketing. Progetto Italiano , Società registrata in Italia come Società a Responsabilità semplificata, il nome del sito:

http://www.globalmoneyflash.com/

La società propone un prodotto unico e alla sua divulgazione associa un suo piano compensi esclusivamente derivante dalla commercializzazione del prodotto stesso: un e-book intitolato “La Storia del Commercio”. Questo info-prodotto, in modo narrativo si pone l’obiettivo di far conoscere il mondo del mercato del commercio e della finanza in un percorso semplice e piacevole.
Il costo del prodotto è 80 euro comprensivo di IVA.
GMF entra nel panorama dei business on line, distinguendosi con un piano compensi decisamente innovativo.
Pur essendo elaborato su una Matrice di affiliazione binaria, non sono previsti i classici Bonus di affiliazione diretta, chiusura di cicli o provvigioni passive legate ad una semplice attività giornaliera.
Le provvigioni che ciascun affiliato riceverà sono esclusivamente legate al fatturato che produrrà il suo Team attraverso la vendita del prodotto.

Questo è il video di presentazione che sponsrizza il prodotto:

I primi approcci con la proprietà vengono testimoniati dai promotori quasi con entusiasmo, tutto fa pensar loro di poter fare un ottimo lavoro, soprattutto per lo scrupolo con cui la Società sembra  essersi dedicata agli aspetti  legali.

Il Progetto parte in quarta  a fine Novembre, il sito ancora non è online, vengono raccolte alcune centinaia di pre-iscrizioni che prevedono il pagamento di 80€ per un E_Book, con la promessa che il 21 Gennaio 2015 sarà consegnato, “La storia del commercio” , che è appunto il prodotto sul quale si basa questo Network.

Verso la metà del mese di Dicembre  il sito è online, ciascuno degli iscritti può finalmente accedere al proprio back-office.

Nasce il primo problema non da poco, le provvigioni, pur calcolate non vengono liquidate .

Pazienza sono pochi spiccioli, nessuno vuol fare la figura del pidocchioso.

Lasciamoli lavorare e aspettiamo la consegna  dell’EBook , questo è il messaggio che passa.

Errore!

Passato invano il 21 Gennaio (data prevista per la consegna del prodotto , pagato e fatturato) si ferma tutto , nessuno vuol rischiare di diventare complice di quello che potrebbe diventare uno schema Ponzi, perché per quanto suoni  brutto il termine, fino a prova contraria, di questo si tratta sopratutto per il fatto che in realtà non ci sia niente da vendere. 

Saggia scelta

E’ si, bloccare le iscrizioni per la gran parte dei promotori è una scelta condivisibile, la legge è molto chiara, nessuno vuole rendersi complice di un illecito, seppur commesso in buona fede.

Tentativi

Tuttavia, soprattutto perché vengono  liquidate le provvigioni durante il mese di Febbraio ai pochi aventi diritto, vengono messi in atto una serie di tentativi  volti a recuperare un Progetto che davvero poteva avere tutti i  presupposti per soddisfare le speranze di molti. Riunioni, incontri, variazioni del piano marketing, ecc…

Niente da fare

L’EBOOK NON E’ STATO ANCORA CONSEGNATO, NE C’E’ LA SPERANZA CHE VENGA CONSEGNATO.
Sono stati consegnati solo un paio di capitoli a ora sembra tutto fermo.

Nonostante il debole segnale riguardante le provvigioni, la Società non vuole vedere  le problematiche  oggettive evidenziate. rimanendo murata viva dentro se stessa. Non c’è la percezione o la volontà  di riconoscere la realtà circostante, non c’è apertura rispetto a soluzioni prospettate che, se accolte, avrebbero potuto riallineare il progetto ai presupposti  iniziali .

Molti responsabili di strutture prendono definitivamente le distanze dal progetto segnalando l’anomalia sulla consegna del prodotto, attraverso  informazione alla rete, manco a dirlo, la Società interpreta ciò quasi come un’istigazione a delinquere, invece di far tesoro del malessere evidenziato.

Alcuni affiliati hanno richiesto il rimborso della quota ma la loro richiesta non è stata presa in considerazione.

In casi simili il consiglio è generalmente quello di una Class Action volta al recupero dei soldi spesi a fronte di nulla, nel caso specifico , essendo in una fase iniziale, è magari più opportuno rivolgersi ad organi di pronto intervento , quale la Polizia Postale, che avvierà le dovute indagini per evitare che altri ignari, possano cadere in una rete, che presentandosi con un piccolo investimento e promettendo grandi guadagni, sia l’ennesima fregatura e vada a minare il sincero desiderio dei molti che vorrebbero lavorare in rete proponendo cose serie.

I nostri continui interventi, volti a segnalare e spiegare come si deve fare per non cadere in reti fraudolente stanno portando i loro frutti, poiché le persone, seppur avendoci creduto o avendo valutato che le cose potessero essere serie, si rendono conto che potrebbero non esserlo, si preoccupano subito di fermare gli ingressi e non agire per recuperare il più possibile a scapito di altri.
Ci scrivono per avere chiarezza o semplicemente per avere un confronto con altri affiliati nella stessa situazione.
Questa è consapevolezza e pulizia e ci piace essere stati utili ad averne coscienza.

Il post è aperto anche a chi vorrebbe smentire, confermare o dare delle spiegazioni ai fatti raccontati.

Buona settimana a tutti…

*Biz & Bit staff*