Jose Ramirez dopo un lungo periodo di assenza mediatica ricompare e rilascia un intervista a Alex Garcia.

Cosa avrà di nuovo da dirci?

Vi lascio il video integrale:

Josè Ramirez racconta cosa è stato secondo lui e cosa diventerà  Unetenet.
Mostra tutta la sua rabbia verso i blog che hanno attaccato duramente Unetenet in questo periodo, paragona Unetenet a società di Network più famose, facendo notare che anch’esse all’inizio hanno avuto grossi problemi.

E’ consapevole dei problemi che ha avuto Unetenet, una serie di eventi che hanno condizionato pesantemente il proseguo della società.

Ci da qualche informazione in più sul blocco dei fondi in Lettonia e ci da una speranza sullo sblocco.
Conferma l’intenzione di proseguire con la moneta sociale e accenna l’idea della creazione di una cryptomoneta propria, un pò come quella che noi conosciamo come Bitcoin. Un mercato regolamentato e legge della domanda e offerta.

Molti dei problemi sono stati causati da una cattiva pubblicità che hanno ricevuto dai leader e dalle persone che ritenevano vicine. Questo è un concetto Ramirez che ripete molto.

Per tutti quelli che pensano che Unetenet è una truffa, Josè risponde mettendoci finalmente la faccia, ma per guadagnare ancora fiducia a nostro avviso è necessario qualcosa di più e sopratutto dei fatti con dei risultati.

Alla domanda”Quando sarà ristabilito il sistema? ” Josè racconta minuziosamente come sono andati i fatti e dell’attacco, ad opera di Trigo, che ha craccato il sistema, ma non è ancora in grado di dare una data precisa, e assicura un ampliamento del team di programmazione per velocizzare il più possibile i tempi .

Alla fine del video parla della situazione attuale, del valore della moneta e di come Unetenet funzionerà.
Parla del panico finanziario e di quello che è dannoso per Unetenet, di come il sistema economico indipendente potrebbe essere utile alle persone.

Volete sapere se parla dei processori di pagamento, la famosa “paserela de pago”? 

Questo lo lascio scoprire a voi… insieme ad altre piccole promesse.

Noi di Biz & Bit seppur non siamo riusciti a metterci in contatto con lui nei mesi scorsi, pur essendoci rimasti male, avendo dedicato tanto a questa società, abbiamo apprezzato molto il suo intervento, necessario a dare un pò di chiarezza alle persone che ancora sperano in una risoluzione.

Auguriamo a tutte le persone e a Unetenet di potersi riprendere e donare un sospiro di sollievo a tutte quelle persone che si trovano in difficoltà a causa si una cattiva gestione del proprio patrimonio e di una cattiva gestione anche da parte di Unetenet stessa…

Un abbraccio

*Ale Biz*