Hai letto bene, vorrei provare a spiegarti come e da chi vengono stampati i soldi che usiamo tutti i giorni.

Non sono un economista ne un professorone e quindi userò termini semplici, sperando di non offendere ne far arrabbiare nessun esperto.

Tra l’altro questa esigenza è nata perché mia mamma mi chiedeva di continuo “Da dove arrivano i nostri soldi? Nel senso,chi li stampa?” ed allora ho approfondito l’argomento cercando di tradurlo in modo tale che lo potesse comprendere e  spiegare a sua volta alle amiche.

Tanti anni fa c’era il baratto, ci si scambiavano le cose. Questo scambio era regolato dalla scarsità e dall’accordo fra le parti. Ad esempio 3 pere potevano essere scambiate con 5 mele in quanto in giro c’erano un po’ meno pere e questo era ovviamente diverso da paese a paese e da mercato a mercato. Ed è un po’ quello che f mio nonno con i prodotti del suo giardino e che li scambia con il suo vicino di giardino ( si sa i contadini non sono proprio giovincelli e non possono coltivare tutto). Mio nonno da a zio Gino le zucchine e in cambio si porta a casa i pomodori.
Se vuoi saperne di più sul baratto e sulla moneta in generale puoi leggere anche questo vecchio post.

Con il tempo si è iniziato a creare la moneta, un oggetto a cui veniva dato un valore deciso in partenza, ad esempio la moneta da 5 lire (il valore 5 è stato deciso in partenza).

Perché questa esigenza?

Perché magari, tornando all’esempio di prima, io voglio scambiare le pere ma non con le mele o con altri prodotti ma con un oggetto che mi consenta in un altro momento di comprare un altra cosa che voglio.

Ma chi è che stampa questi oggetti chiamate monete o banconote? lo fanno gli Stati ed in particolare modo le banche centrali degli stati.
Infatti ogni stato ha una banca centrale che stampa il denaro, e lo mette in circolo per svolgere tutte le operazioni che quotidianamente facciamo, comprare il pane, i libri, investire per creare un’azienda ( forse per questo punto lo si faceva di più qualche tempo fa) ecc….

A mia mamma non le ho spiegato che cosa c’entrano le monete con l’oro in quanto so che sarebbe stata un’informazione eccessiva per la natura della sua domanda, e così è per questo breve e semplice testo.

Dopo che le ho detto quanto hai appena letto, mia mamma con molta semplicità ha esclamato “ bè allora basta che la banca centrale stampi più denaro e siamo tutti più felici, magari non lo sanno, prova dirglielo, scrivigli una lettera così con i soldi che mettono in circolo si possono aprire più aziende, investire, magari comprare casa”. Perché non è così?

Effettivamente perché le banche centrali non stampano denaro o lo stampano in maniera limitata?
La risposta precisa potrebbe occupare anni di studi e migliaia di parole, ma semplificando il più possibile è un discorso di  di politica monetaria. Gli stati e le banche lo sanno benissimo cosa possono fare e come fare, ma sanno che se ci mantengono con la schiena china potranno fare di noi ciò che vogliono, purché di non farci vedere l’orizzonte. Gli stati non hanno nessun interesse a migliorare la condizione umana, basta mantenere le persone in una situazione di vegetativa permanente. Ti faccio vedere la carota ma te ne do solo un pezzettino e solo se sei stato bravo, bravissimo.

Non voglio fare un trattato di politica ne di macroeconomia ma solo farti comprendere come tutto l’apparato statale è organizzato al fine di stare bene lui ma non te. Se te vuoi stare bene devi studiare, devi conoscere le novità, devi informarti.
Se rimarrai ad aspettare che lo stato si prenda cura di noi e ci aiuti, rimarrai per molto tempo ad aspettare e alla fine avrai una grande delusione.

Quanto detto non vale per tutte le nazioni, cambiano i numeri, cambia la moneta, ma il risultato è sempre lo stesso.

In una situazione come questa, è naturale che le persone provino a studiare modi alternativi ed innovativi per distribuire la ricchezza, te ne viene in mente qualcuno?
Beh io un ideuccia l’avrei….

*Staff*