Ieri ero talmente stanco e pieno di impegni che ho pensato di sospender tutto e di fermarmi a riflettere un pochino.
Quando mi voglio rilassare la prima cosa che faccio e prendere in mano uno dei miei libri, giornali o guardare un documentario su Sky.

Caso vuole, che leggendo un articolo mi sono imbattuto proprio su quello che faceva per me, iniziava così:

La chiave di un efficienza senza confronti e di uno stress pari a zero sembra arrivare dal mondo dei monaci.

Beh quale miglior occasione per imparare qualcosa….ve lo racconto.

Vi voglio elencare una sorta di regole che si impongono di rispettare i monaci, che mai come oggi potrebbero essere utili al mondo moderno, sopratutto per chi come me si trova ad affrontare un eccesso di impegni che a volte sembrano infiniti.

Chi è andato a visitare i monaci, avrà sicuramente notato che anche loro si sono adattati alle moderne tecnologie e hanno come dotazione un portatile o spesso un tablet, una connessione e una pagina facebook.
Non avendo sovvenzioni esterne si autofinanziano vendendo prodotti che variano dai prodotti locali lavorati fino ad arrivare ai corsi di meditazione.

Il tutto senza un minimo stress ne fatica. Come fanno e che consigli ti danno?

1. Evitare il multitasking.

Vuoi portare a scuola il bambino, leggere il giornale, guidare, telefonare a casa, prendere il pane, e mille alte cose facendole nello stesso momento? Nell’illusione di ottimizzare i tempi, ti stai stressando ancora di più.
Scandisci bene i tuoi compiti e ottimizzali pianificando. Porta a termine un impegno e poi dedicati al prossimo.
Fare più cose insieme può essere utile per brevi istanti, ma non per la maggior parte della giornata!

2 . Lavora in silenzio.

Chi nel proprio lavoro può permettersi di lavorare al pc o avere sempre la disponibilità dello smartphone sottomano, non può resistere alle notifiche? Posta, facebook, whatsapp, sms, messenger e potrei andare avanti ancora.
Al primo bip il cuore comincia pulsare, una forza irrefrenabile ti porta a sapere immediatamente chi potrebbeessere e cosa vuole da te. Non puoi resistere, è contro natura!
Intanto stai guidando, stai leggendo, sei davanti al capo, stai portando tuo figlio a scuola, sei in ritardo…ma non importa…hai gia perso!
E allora cosa fare?
Ovviamente spegnere il cellulare oppure togliere tutte le notifiche. Se hai l’ansia che possa succedere qualcosa di urgente, datti degli orari per guardare tutto in pochi minuti, capirai che la maggior parte del tempo è perso.
Avrai molti piu risultati e ti sembrerà di avere fatto il doppio del lavoro.

3. Esci dalla virtualità e cerca di avere rapporti fisici.

Hai 7365 amici su facebook  poi passi le giornate e le serate in casa da solo.
I monaci condividono pasti, preghiera, canti e attività varie, non si sentono mai soli, questo li aiuta a superare alcuni momenti di down che possono coglierti a sorpresa.

4. Alzati presto.

Beh in media un monaco si sveglia verso le 4, mi sembra un pò esagerato, ma sicuramente alzarsi presto ti permette di avere più tempo per dedicarti poi a qualcosa che ti fa stare bene. Una corsetta, una colazione al bar con gli amici, evitare lo stressante traffico.
Certo se lavori come dipendente è più difficile gestire il tempo, ma con qualche accortezza potrebbe essere utile anche a te.
Prova a seguire i ritmi della natura, luce e buio, ne trarrai sicuramente beneficio.

5. Rinuncia alle cose inutili.

I monaci vivono con l’essenziale, poco cibo, pochi mobili, poche cianfrusaglie e sopratutto pochi soprammobili!
Quando compri qualcosa chiediti, ma questo mi serve veramente? Quante volte lo userò realmente?
Vedrai che oltre a risparmiare, quando farai le pulizie ti sembrerà di lavorare la metà.

6. Il pasto è sacro.

Mangiare, è uno dei bisogni e dei  piaceri principali di un essere umano.
Il momento dei pasti è uno dei più importanti per i monaci, la preparazione e il rituale del pasto, non troppo e nemmeno troppo poco e, soprattutto, male. Siamo quello che mangiamo, ricordiamolo.

7. Sii Ordinato.

Essere ordinati avendo poco tempo e poco interesse nel farlo, non è una caratteristica facile da trovare nelle persone cariche di impegni.
Ritagliamoci, almeno una parte del tempo, con uno spirito nuovo, di piacere e non come un peso, come fanno i monaci con la loro cella. Tanto che ci sei elimina un pò di cianfrusaglie.

8. Respira bene.

Il respiro è molto importante per il nostro benessere e la nostra vitalità, ed è molto importante respirare bene perché oggi giorno lo stress, le emozioni di ogni genere spesso ci fanno letteralmente mancare l’aria e questo può causare molti problemi nella nostra vita, e spesso anche delle malattie.
Prova a fermarti e respirare profondamente e ascoltando il tuo respiro. Fallo per 15 minuti.
Sentirai precipitare lo stress in un battibaleno.

9. Trova una guida.

I monaci hanno l’abate, di solito è la loro persona di riferimento, una persona coltissima, con tante esperienze alle sue spalle. Che sia un trainer, uno amico, un modello, anche una persona saggia che conosci, eleggi il tuo punto di riferimento e se i suoi risultati ti sembrano eccezionali, cerca di seguirlo.

10. Trova il tuo ruolo.

Questa è la parte più difficile. Forse un pò meno per i monaci.
La cosa più facile è capitare in un posto e ci sia qualcuno che ti dice cosa devi fare. Ti adatti e quello diventa il tuo ruolo.
Tutti nel monastero hanno un compito ben preciso: dal cuoco all’amministratore. Che non è stato affidato loro a caso, ma in base alle attitudini personali e alla esigenze della comunità.

Tu stai facendo veramente quello che vuoi nella vita? Hai trovato il ruolo giusto per te?

Dare un senso a quello che fai. Che è quello che più spesso ci manca nella vita di oggi: facciamo tanto, ma poi non sappiamo perché. Fermati a riflettere e smettila di spammare.

Sto lavorando per te… ma se vuoi saperne di più intanto stasera ascolta questo webinar.

Driiiinnnnnnnnn

E’ ora di tornare a lavoro!! A presto!!

bizandbit-intervista-alebiz-